OBBLIGAZIONI IPOTECARIE

Titoli obbligazionari assistiti da garanzia ipotecaria su tutti o su parte degli immobili della società che li ha emessi. Quando diverse emissioni di obbligazioni sono garantite dagli stessi beni, si parlerà di ipoteche di primo, secondo e terzo grado. La società emittente può anche impegnarsi a non fare altre iscrizioni d’ipoteca su beni vincolati in garanzia di date obbligazioni, o, qualora acquistasse la proprietà di altri beni immobili, ad estendere l’ipoteca anche a questi, o ad accordare agli obbligazionisti le stesse garanzie ipotecarie che in futuro venissero concesse ad altri. Alla garanzia ipotecaria può essere aggiunta una fideiussione, che può riguardare il pagamento degli interessi o il rimborso del capitale, o entrambe le cose. Prima che si apra la sottoscrizione, l’ipoteca deve essere accesa a favore degli obbligazionisti per l’intero ammontare del prestito. Ogni sottoscrittore viene ad essere titolare di un diritto accessorio di garanzia perla quota sottoscritta dal prestito. Il rimborso dei titoli implica una proporzionale riduzione della garanzia ipotecaria e il trasferimento dell’obbligazione importa anche il trasferimento del diritto sull’ipoteca. Questa, se è relativa alle obbligazioni, è una garanzia del credito contenuto nei singoli titoli, e non riguarda le cause di rilascio delle obbligazioni. All’obbligazionista, quindi, che fa valere la garanzia, possono opporsi anche le eccezioni relative alla sua costituzione, analogamente a quanto avviene per gli altri titoli di credito garantiti.