NEUTRALITÀ DELLA MONETA

Concetto fondamentale per la politica economica che esprime il principio per cui nel lungo periodo i cambiamenti di offerta di moneta portano solo a mutamenti nel valore nominale delle variabili, non in quello reale. Di conseguenza le iniezioni di nuova moneta nel sistema economico non hanno effetti di lungo periodo su variabili quali il prodotto lordo reale, la disoccupazione e i tassi di interesse reali.