Maledetti economisti, le idiozie di una scienza inesistente di S. Ricossa

Corre l'anno 2450 e Ricossa il giovane ha il compito, dopo una catastrofe distruttiva, di raccogliere materiale  con cui ricostruire vita e opere degli economisti del passato; in questa messa in scena non mancano i gatti di Pareto e il cane di Pantaleone. Senza volerlo, si può essere eroi oppure ridicoli e, spogliati dei loro parametri, i grandi nomi dell'economia diventano personaggi che di straordinario hanno solo le bizzarrie.

 

Maledetti economisti, di Sergio Ricossa, 2010, Ed. Rubbettino, prefazione di Lorenzo Infantino.