MEMORIA

Costituisce le parti di un elaboratore elettronico che memorizzano le informazioni. Si distinguono la memoria di lavoro (detta anche centrale o principale, che memorizza i dati e le altre informazioni necessari per l’esecuzione di un programma) dalla memoria di massa. a) La memoria di lavoro si divide in memoria RAM e in memoria ROM, la prima memorizza temporaneamente le istruzioni dei programmi che si stanno eseguendo e i dati su cui si sta lavorando e destinata alla cancellazione al termine della sessione di lavoro, la seconda, non cancellabile e non modificabile dall’utente, contiene le procedure necessarie al funzionamento del computer. b) La memoria di massa è una periferica di input e di output sulla quale i dati vengono memorizzate in modo non volatile e di regola modificabile successivamente e dalla quale gli stessi dati sono prelevati per l’elaborazione voluta (v. disco flessibile;disco rigido; disco ottico; nastro magnetico; PCMCIA). La memoria dei computer è misurata in byte, per comodità abbreviato in vari livelli: Kb (Kilobyte, 210 byte) per 1024 byte, Mb (Megabyte, 220 byte) per 1.048.576 byte, Gb (Gigabyte, 230 byte) per 1.073.741.824 byte.