MARGINE DI CONTRIBUZIONE DI PRIMO LIVELLO.

Grandezza tipica della contabilità analitico-industriale, comunemente chiamata margine di contribuzione, data dal prezzo di vendita meno il costo variabile. Lo studio dei margini di contribuzione viene utilizzato per decisioni di breve periodo, in cui si presuppone come data la capacità produttiva aziendale (sinteticamente espressa dai costi fissi).