MARCO FINLANDESE

Codice ISO: FIM. Nel 1860 la Finlandia abbandonò il rublo ed emise propria moneta, il marco d’argento (Markka) di 22,5 grammi di fino. Nel 1877 una riforma monetaria stabilì la parità del marco in 0,2903225 grammi di fino equivalente a quella del franco germinale, e la Finlandia iniziò a operare in regime di gold standard. Altri pezzi in oro furono le monete da 10 e da 20 marchi. In argento fu emesso il marco di 5,18 grammi difino a 868 millesimi. Nel 1915 la convertibilità del biglietto fu sospesa e a causa di vicende politiche e militari ebbe inizio in periodo di deprezzamento della carta moneta. Alla fine del 1925 fu tentata la stabilizzazione sulla basedi una svalutazione del biglietto della banca centrale di quasi il 97 per cento. Fu definita la nuova parità in 0,037895 grammi di fino, equivalente a un corso di 193,23 marchi per sterlina e di 39,70 marchi per dollaro. Il ritorno alla convertibilità fu accompagnato dall’emissione di due pezzi in oro da 100 e da 200 marchi. Ma nel 1931, in seguito alle vicende della sterlina la convertibilità fu sospesa Due anni il marco entrava nell’area della sterlina al corso stabilito nel 1925. Nel 1938 le autorità monetarie valutarono l’oro della riserva sulla base di un marco di 20 milligrammi di fino. In pratica si trattò di ufficializzare una svalutazione del biglietto. Le vicende della guerra con la Russia e quelle della seconda guerra mondiale lasciarono il segno e il marco perdette potere d’acquisto. Il deprezzamentoproseguì fino al 1951, allorché fu comunicato al FMI la nuova parità in 0,00386379 grami di fino., corrispondente a un corso di 230 marchi per dollaro. Questa nuova parità non poté reggere di fronte alle varie difficoltà economiche e politiche interne e nel 1957 fu necessario ridefinire la parità in 0,002777 grammi, al corso di 320 marchi per dollaro. Ma l’inflazione non fu fermata e nel 1963 avvenne il cambio della moneta. Fu emesso il nuovo marco al tasso unico di conversione di 100 marchi vecchi. La nuova parità comunicata al Fondo monetario fu di 0,2777 grammi di fino, con un corso di 3,20 marchi nuovi per dollaro. Un altro aggiustamento avvenne nel 1967. La parità fu abbassata a 0,21159 grammi e il corso con il dollaro risultò di 4,20 marchi. La susseguente crisi valutaria internazionale e quella petrolifera portarono il marco ad aggiustamenti nei confronti dell’oro e del dollaro alla stregua di quanto accadeva nel resto del mondo. Il marco iniziò a fluttuare in funzione di un paniere di 15 monete, tra cui il rublo sovietico, le corone scandinave, la lira sterlina, il marco tedesco, il dollaro e la lira italiana. Questo paniere fu rivisto nel 1984 e negli anni successivi. Alla fine degli anni ‘90 il marco finlandese aveva migliorato il suo corso con il dollaro fino a tornare verso i valori del 1967. In seguito il marco si è legato alle sorti delle valute europee ed è entrato a far parte dell’Eurosistema e col 1°.1.2002 è stato sostituito dall’euro.