MANDATO DI CREDITO

Contratto con cui una persona si obbliga verso un’altra, che le ha conferito l’incarico, di concedere credito ad un terzo, in nome o per conto proprio. La persona che ha dato l’incarico risponde come fideiussore di un debito futuro, ossia garantisce con il proprio patrimonio l’adempimento del debito che sarà assunto dal terzo. Una volta conferito ed accettato, l’incarico, tuttavia, può non essere eseguito qualora le condizioni patrimoniali del terzo, o di colui che lo ha conferito (vale a dire le condizioni del futuro debitore e del garante), si siano deteriorate. Si ritiene da parte della giurisprudenza che l’incarico sia revocabile fino a che non sia stato eseguito. Nonostante il nome, questo contratto si inquadra nello schema della fideiussione piuttosto che del mandato.