LAVORO INTERMITTENTE

Il lavoro intermittente, o a chiamata, introdotto dalla L. 14.2.2003, n. 30, costituisce una forma di occupazione mediante la quale un lavoratore si pone, dietro pagamento di una indennità mensile, a disposizione di un datore di lavoro che ne può utilizzare la prestazione lavorativa nei limiti previsti dalla legge. Sono previsti limiti minimi e massimi di età per il lavoratore dipendente, resi più stringenti dalla L. 28.6.2012, n. 92.
Fonte: Banca d'Italia