KfW Bankengruppe

  • Stampa

La KfW Bankengruppe – trad. “Banca per la ricostruzione” –  nasce nel secondo dopoguerra come Istituto di diritto pubblico con l’obiettivo di amministrare i fondi di ricostruzione previsti dal Piano Marshall per l’allora filo-occidentale Germania dell’Ovest. E' un istituto simile all'italiana Cassa Depositi e Prestiti s.p.a. (CDP) e alla francese Caisse des Dépôts et Consignations (CDC) ed è il più giovane dei tre.
Nel corso degli anni la KfW ha incrementato il proprio raggio di azione, aggiungendo alla originaria Mission di amministrazione dei fondi per  ricostruzione, la capacità di finanziamento delle piccole e medie imprese - PMI (Enciclopedia), la partecipazione alla realizzazione di importanti programmi di investimento per favorire il processo di industrializzazione in settori strategici dell’economia nazionale e investendo nella cooperazione internazionale.
In particolare, KfW finanzia e sostiene progetti di social housing tutela dell’ambiente, infrastrutture, progresso tecnologico, innovazione, programmi di sviluppo a livello nazionale, europeo e internazionale.
La KfW è stata in grado negli anni di implementare la propria capacità di aderire a nuove iniziative e programmi di partenariato a livello internazionale con Istituzioni che svolgono funzioni analoghe (Cassa Depositi e Prestiti s.p.a. (CDP) e  Caisse des Dépôts et Consignations (CDC)).
La KfW Bankengruppe è un Istituto di diritto pubblico il cui capitale sociale è per gran parte in mano alla Repubblica federale tedesca (circa 80%) mentre la restante parte (circa 20%) è posseduta dagli Stati federali - cd. Lander.
Per quanto riguarda la struttura, la KfW non è provvista di filiali e di depositi della clientela, ma fonda la propria attività di prestito quasi esclusivamente sulla raccolta effettuata sui mercati internazionali dei capitali.
All’interno della KfW si distinguono due differenti aree di operatività:
˗     KfW IPEX Bank GmbH: si occupa del sostegno alle attività di export attraverso operazioni di corporate financing e di project financing;
˗    “KfW Kommunalbank”: promuove gli investimenti infrastrutturali di carattere territoriale e sociale e gli investimenti degli enti locali federali, attraverso programmi di finanziamento ad hoc il cui focus è il raggiungimento di specifiche finalità di interesse generale.
Infine, la controllata German investiment Coroporation (DEG) opera acquisendo partecipazioni di minoranza e/o erogando finanziamenti ad imprese nazionali che intendono investire nei Paesi in via di sviluppo.

La governance della KfW
La KfW Bankengruppe è un istituto di diritto pubblico, pertanto, i titoli emessi sono garantiti dal Governo centrale.
Vi sono due organi principali:
˗    Comitato esecutivo:  i membri sono nominati – e revocati – dal  Consiglio di sorveglianza che ne controlla periodicamente la corretta amministrazione e gestione della Mission sociale ricevendo periodicamente aggiornamenti in merito all’attività, situazione finanziaria e gestione del rischio.
˗    Consiglio di Sorveglianza: può essere presieduto dal Ministro federale delle Finanze ovvero dal Ministro dell’Economia, i quali si alternano con cadenza annuale. È altresì composto da sette Ministri federali, in ragione della rilevanza che l’Istituto assume all’interno del sistema economico tedesco. Vi fanno parte, inoltre, rappresentanti di banche cooperative, banche commerciali, istituti di credito industriale e casse di risparmio, cui si aggiungono rappresentanti delle associazioni di comuni dei principali settori per i quali  cui la KfW opera (industria, infrastrutture, social housing, commercio, agricoltura, energie rinnovabili). 
Per quanto riguarda l’attività di vigilanza sull’attività dell’Istituto, la KfW è sottoposta a controllo contabile da parte di un revisore esterno che viene nominato dall'Autorità nazionale di vigilanza.

 

Sito istituzionale qui