JOINT PRODUCTION

Modello di collaborazione industriale applicato dai Paesi in via di sviluppo, privi di capitale, tecnologia e know how, ma desiderosi di sviluppare un’industria nazionale. Il modello prevede che il Paese di localizzazione dell’impresa conferisce terreno, immobili e manodopera a costo fisso, mentre il partner industriale straniero apporta macchinari, impianti, tecnologia, organizzazione industrialee commerciale. mezzi finanziari. In più il partner estero ha diritto riottenere per un periodo variabile (da 5 a 10 anni) un profitto che può arrivare fino al 20% del fatturato. Al termine del contratto la proprietà dell’impresa è devoluta al Paese che la ospita e il partner estero ha il diritto di acquistare i prodotti a un prezzo vantaggioso prefissato.