INTEREST RATE COLLAR

Strumento finanziario derivato (ex art. 1.3 TUF, insieme all’interest rate cap e all’interest rate floor, q.v.). Rappresenta una variante dei contratti di interest rate cap e interest rate floor e consiste in un accordo in base al quale il venditore assicura all’acquirente, dietro pagamento di un premio, una banda di oscillazione limitata da un tasso massimo e minimo prefissati, al tassovariabile di una sua passività. Qualora il tasso d’interesse variabile di riferimento prescelto sia superiore al tasso fisso massimo del collar, l’acquirente riceve dal venditore il differenziale tra il tasso variabile ed il tasso fisso. Qualora invece il tasso variabile sia inferiore al tasso fisso minimo del collar, l’acquirente paga al venditore il differenziale positivo tra tasso fisso e tasso variabile. Se il tasso di riferimento risulta compreso tra il tasso fisso massimo e minimo del collar, infine, non viene attivato alcun flusso di interessi. Al netto dei premi pagati o ricevuti, l’acquisto di un collar da parte di un operatore equivale all’acquisto di un cap il cui tasso fisso predeterminato sia pari al tasso massimo del collar, e alla contestuale vendita di un floor il cui tasso fisso predeterminato sia pari al tasso minimo del collar stesso. Rispetto ad un interest rate floor negoziato singolarmente, il collar implica un costo inferiore, dal momento di un cap ed un floor e quest’ultimo conserva un suo valore, ma tale vantaggio trova compensazione nel fatto che acquistando un collar a fronte di una passività non è possibile beneficiare di un’eventuale ribasso del tasso d’interesse al di sotto del tasso fisso minimo dello stesso. Specularmente, l’acquisto di un interest rate floor riprodurrebbe in capo all’acquirente una posizione simile, in caso di riduzione dei tassi d’interesse, rispetto a quella generata dalla vendita di un collar. Il vantaggio associato alla vendita del collar, connesso il premio ricevuto, è tuttavia controbilanciato dal fatto che, in caso di rialzo dei tassi, il rendimento massimo dell’attività che si vuole proteggere coincide con il tasso massimo del collar, mentre l’acquisto di un floor non comporta alcun limite superiore per il rendimento di detta attività. La negoziazione degli interest rate collar è riservata La negoziazione degli interest rate collar è riservata, come quella degli altri strumenti derivati, alle imprese di investimento (SIM ecc.; v. impresa di investimento), alle banche, agli agenti di cambio e agli intermediari iscritti nell’elenco dell’art. 107 TUBC.