INDICE DI RENDIMENTO ATTUALIZZATO

Acr.: IRA. L’indice di rendimento attualizzato, denominato anche rapporto benefici-costi (benefit-cost ratio, ma anche profitability index) ed espresso in varie maniere è un rapporto caratteristico assimilabile al net present value ratio (NPVR). A differenza del net present value ratio, l’IRA utilizza separatamente il valore attuale delle operazioni proprie del progetto scisse nelle categorie economiche delle spese di investimento (VAi) e delle operazioni di parte corrente: ricavi, o benefici valorizzabili (VAb) e costi (VAc) e legate dalla relazione VAN = VAb-VAi-Vac (VAN=valore attuale netto; v. metodo del valore attuale netto). Il rapporto è proposto in due versioni principali. In una prima, l’indice è fatto pari al rapporto tra valore attuale lordo (VAL = VAb-VAc = VAN+VAi) e valore attuale degli investimenti, cioè VAL/VAi. Esso esprime il rendimento atteso, in termini di valore attuale lordo, per unità di investimento ed essendo VAL = VAN+VAi, esso è uguale a NPVR+1 e risulta essere, in sostanza, un doppione del NPVR. In una seconda versione rettificata, l’IRA è il rapporto tra valore attuale dei benefici e la somma del valore attuale dei costi e delle spese di investimento, cioè VAb/(VAi+VAc).Tenuto conto della relazione tra le componenti, il quoziente può anche scriversi VAb/(VAb-VAN): esso, dunque, è pari a 1 per un tasso di sconto uguale all’IRR: anche questo rapporto completa e corregge le indicazioni del metodo del VAN per valori del tasso di sconto diversi dall’IRR. Si ricordi che un’IRA rettificato inferiore a 1, anche se positivo, denota VAN negativo. Poiché i benefici sono misurati al numeratore nella prima versione dell’indice al netto e nella seconda al lordo dei costi di esercizio, il rapporto è anche detto rispettivamente quoziente netto benefici-costi e quoziente lordo benefici-costi.