IMPLEMENTAZIONE CONGIUNTA

Il "Joint Implementation" è un meccanismo flessibile (insieme al CDM e all’EU-ETS) previsto dal Protocollo di Kyoto nell’Art. 6. Si tratta di uno strumento che consente l’abbattimento dei costi di riduzione delle emissioni. Esso offre alle nazioni industrializzate e alle economie in transizione per cui sono previsti tetti alle emissioni (Annex B Parties), la possibilità di eseguire progetti per la riduzione delle fonti di emissioni di carbonio o per il potenziamento dei serbatoi. Con tale approccio la nazione che esegue il progetto guadagna unità di riduzione di emissioni (ERUs), mentre la nazione ospitante beneficia degli investimenti esteri e dei trasferimenti di tecnologia.
Bibliografia
http://unfccc.int/kyoto_protocol/mechanisms/joint_implementation/items/1674.php
http://unfccc.int/kyoto_protocol/items/2830.php

© 2009 ASSONEBB