HEDGE WARRANT (Enciclopedia)

Gli Hedge Warrant sono covered warrant di tipo strutturato/esotico, con la relativa facoltà di esercizio di tipo europeo e sono  opzioni la cui attività sottostante anziché essere rappresentata da una singola azione o da un singolo indice azionario è rappresentata dal rapporto tra due di tali strumenti finanziari o, più in particolare, dal rapporto tra i relativi prezzi (i due strumenti finanziari che ne sono oggetto genericamente indicati come gli asset sottostanti).
Il rapporto sottostante viene espresso come rapporto tra un’azione (oppure un indice azionario) al numeratore (denominato asset long) e un’azione (oppure un indice azionario) al denominatore (denominato asset short); potranno anche trovarsi Hedge Warrants sul rapporto tra un’azione ed un indice azionario (e viceversa).
La terminologia asset long e asset short esprime la strategia operativa sottostante l’Hedge Warrant, che è tale per cui si assume una posizione lunga (ovvero di acquisto) sull’asset long e una posizione corta (ovvero di vendita)  sull’asset short. L’obiettivo di tale strategia è, in altre parole, quello di trarre vantaggio da una performance dell’asset long migliore di quella dell’asset short, essendo invece neutrale, rispetto alla circostanza che i mercati di riferimento abbiano un generale andamento al rialzo o al ribasso.
In effetti, durante la propria vita, l’Hedge Warrant vedrà apprezzare il proprio valore ogniqualvolta la performance dell’asset long su tale periodo risulterà maggiore della performance dell’asset short (ad esempio, performance asset long +7% e performance asset short +1%); al contrario il valore dell’Hedge Warrant si deprezzerà nella circostanza opposta, in cui cioè la performance dell’asset long sia inferiore a quella dell’asset short.
Si fa notare che, affinché il valore dell’Hedge Warrant si apprezzi, non è necessario che la performance di alcuno dei due asset sottostanti sia positiva, essendo invece sufficiente che la performance dell’asset long risulti migliore di quella dell’asset short (ad esempio, performance asset long –10% e performance asset short -15%).
Si fa d’altro canto notare che, affinché il valore dell’Hedge Warrant si apprezzi, non è sufficiente che la performance di ambedue gli asset sottostanti sia positiva; nel caso in cui, infatti, pur essendo la performance di ambedue gli asset sottostanti positiva, quella dell’asset long sia peggiore di quella dell’asset short (ad esempio, performance asset long + 8% e performance asset short + 11%), in tale situazione il valore dell’Hedge Warrant subirà un deprezzamento. 
L’Hedge Warrant ha caratteristiche tali per cui può definirsi market neutral, ovverosia tale da non risentire dei rischi generici del/i mercato/i di riferimento.
Infatti un improvviso movimento al rialzo o al ribasso dell’intero mercato cui gli asset sottostanti appartengono che trascinasse parallelamente le quotazioni dell’asset long e dell’ asset short in modo percentualmente uguale o concorde, non produrrebbe alcun impatto sul valore dell’Hedge Warrant. Nel caso dell’Hedge Warrant tale proprietà di market neutrality è stabile nel tempo, ovvero vale esattamente durante qualsiasi giorno nel corso della vita dell’Hedge Warrant.
In considerazione delle proprie caratteristiche, ai fini del buon andamento di un investimento in Hedge Warrant, è fondamentale la selezione degli strumenti finanziari (azioni o indici azionari) in posizione long e short, con la giusta tempistica.  Acquistando un Hedge Warrant relativo ad un dato rapporto sottostante, l’investitore, a fronte del pagamento di un premio, consegue il diritto di ricevere, alla scadenza dell’Hedge Warrant, un importo di liquidazione proporzionale alla variazione positiva (in termini percentuali) del rapporto di liquidazione rispetto al rapporto base.
Gli Hedge Warrant possono essere caratterizzati dalla presenza di un Cap, ovverosia di un livello massimo oltre il quale l’importo di liquidazione non può andare, indipendentemente dall’effettiva variazione positiva del rapporto di liquidazione rispetto al rapporto base. In altri termini l’esistenza di un Cap è tale da porre un limite massimo all’importo cui l’investitore avrà diritto alla scadenza dell’Hedge Warrant. L’esistenza di tale limitazione si riflette però nel prezzo degli Hedge Warrant; infatti, a parità di altre condizioni, il prezzo teorico degli Hedge Warrant con Cap è inferiore al prezzo teorico degli Hedge Warrant senza Cap.
Esemplificazioni
Il valore teorico di covered warrant di tipo hedge warrant viene determinato utilizzando modelli di calcolo che tengono conto di almeno cinque fattori di mercato: il valore corrente del rapporto sottostante, la volatilità attesa del rapporto sottostante, il grado di correlazione tra le azioni sottostanti, i tassi di interesse, la vita residua dell’Hedge Warrant. 
Per il calcolo del valore teorico viene utilizzato solitamente un modello di calcolo basato sulla formula di Black & Scholes.
L’effetto di un aumento della volatilità del rapporto del sottostante, del rapporto del valore del sottostante, della vita residua e del tasso d’interesse è correlato positivamente con il valore di un Hedge Warrant; viceversa la forte correlazione tra gli asset sottostanti  comporta un effetto negativo sul valore teorico di un Hedge Warrant.
Delle variabili di cui sopra, il livello corrente del rapporto sottostante, la sua volatilità implicita e la vita residua dell’Hedge Warrant sono quelle che hanno la maggiore incidenza sul prezzo dell’Hedge Warrant.
Nel caso di Hedge Warrant che abbiano ad oggetto il rapporto tra indici azionari oppure tra azioni e indici azionari - relativamente ai quali non viene effettuato l’aggiustamento per lo stacco dei dividendi -  il valore teorico degli Hedge Warrant dipende altresì dalla stima dei dividendi attesi. 
Si fa, altresì, osservare che, a parità di altre condizioni, il prezzo teorico degli Hedge Warrant con Cap è inferiore al prezzo teorico di Hedge Warrant senza Cap.
La dipendenza del prezzo dell’Hedge Warrant dalla correlazione fra gli  asset sottostanti si può rappresentare chiarendo la dipendenza del prezzo dell’Hedge Warrant dalla volatilità del rapporto sottostante, ed il legame matematico tra tale volatilità e la correlazione.  La dipendenza del prezzo dell’Hedge Warrant dalla volatilità del rapporto sottostante è, nella sua parte dominante, del tutto analoga alla relazione che lega un’opzione plain vanilla di uguali caratteristiche con la volatilità della relativa azione sottostante.
A propria volta tale volatilità  del rapporto sottostante dipende dalla correlazione   oltre che dalla volatilità delle due azioni long  e short  . Si applica la seguente formula matematica:
                                               .                                                        (1)

Si fa osservare che il livello di volatilità inserito nel modello di valutazione ai fini della determinazione del prezzo degli Hedge Warrant può variare anche durante una medesima giornata di negoziazione; tra i fattori che influiscono sul livello di volatilità è la volatilità implicita nei prezzi di opzioni aventi come sottostante gli asset sottostanti, sia over the counter che quotate su mercati regolamentati.
Redattore: Enea  FRANZA  
© 2011 ASSONEBB