Green Growth, Strategia OECD (Enciclopedia)

  • Stampa

Abstract
Iniziativa lanciata dall’OECD nel 2009 per rispondere alla crisi economico-finanziaria e rilanciare la crescita su basi sostenibili, ovvero fornire opportunità di sviluppo capaci di limitare l’impatto sulle risorse naturali e sui servizi ecologici da cui deriva gran parte del benessere umano.


Green Growth Strategy
è un’iniziativa lanciata dall’OECD nel 2009 per rispondere alla crisi economico-finanziaria e rilanciare la crescita su basi più sostenibili, sia dal punto di vista ambientale che sociale.

Elaborata su mandato del Consiglio dei Ministri dei 40 Stati membri/associati, la strategia è stata pubblicata nel maggio del 2011 con il titolo “Towards Green Growth”, con l’intento di fornire alcuni orientamenti utili ai Paesi membri ai fini dell’elaborazione delle proprie strategie e politiche nazionali nel settore della crescita verde. Come emerge già dal titolo, l’OECD considera lo sviluppo sostenibile e la Green Economy in primo luogo come motori di crescita (Growth) e fonti di nuove opportunità di sviluppo, capaci al tempo stesso di limitare l’impatto sulle risorse naturali e sui servizi ecologici da cui deriva gran parte del benessere umano.

Lo sviluppo sostenibile, l’uso efficiente delle risorse, la lotta ai cambiamenti climatici e al degrado ambientale in questa ottica si perseguono diffondendo un nuovo modello produttivo, nuove opportunità di lavoro e nuove tecnologie. Creare condizioni favorevoli per gli investimenti e la competitività, promuovere l’innovazione, incoraggiare nuovi mercati per i prodotti e i servizi “green”, introdurre misure fiscali ambientali, eliminare i sussidi dannosi per l’ambiente, creare un clima di stabilità e di fiducia: sono questi le chiavi su cui bisogna far leva per superare la crisi attuale in una prospettiva di sostenibilità.

Una strategia di crescita verde necessita in particolare di un mix di strumenti derivanti da due ampi pacchetti di intervento. Il primo comprende le condizioni-quadro capaci di rafforzare la crescita economica assicurando al contempo la conservazione del capitale naturale. Esse includono i dispositivi fiscali e nomativi di base e gli strumenti classici di politica economica e di concorrenza. Il secondo pacchetto include strumenti ad hoc, basati sui prezzi e su altri meccanismi strategici, capaci di incentivare l’uso efficiente delle risorse e l’internalizzazione delle pressioni ambientali: imposte, permessi negoziabili, approcci volontari e partnership pubblico-private. Si fa riferimento esplicito in questo contesto alla tassazione della CO2 come alternativa alle imposte sul lavoro o sul reddito societario o ai tagli alla spesa pubblica. 

Bibliografia

OECD (2011), Towards Green Growth, Paris.
OECD (2011), Towards Green Growth: Monitoring Progress – OECD Indicators, Paris.
OECD (2011), Tools for Delivering Green Growth, Paris.
OECD (2011), Towards Green Growth: A summary for policy makers, Paris.

Redattori: Barbara PANCINO; Emanuele BLASI